Burro o Crema di Mandorle

Burro o Crema di Mandorle! La prima volta che ne ho sentito parlare è stata quando è venuta la mia amica Damiana  che me ne ha regalato un bel barattolino!!! Mi ha detto: ”ho pensato a te che fai sempre tanti dolci”! Io l’ho ringraziata di cuore ma dando un’occhiata di sfuggita ho visto il sigillo sopra e ho detto di rimando: ” ma non lo hai fatto tu! E’ comprato…vabbè lo proverò lo stesso”!

Volete sapere come è andata a finire? Così!!!

20140904_101440

Burro o Crema di Mandorle

Ho aperto il barattolino e un aroma artificiale pungente di mandorla ha colpito le mie narici ormai abituate a profumi naturali…il sapore era ancora peggio…Sfido io…tra  gli ingredienti c’era solo il 30% di mandorle, il resto zucchero e ”aromi” non ben definiti…

 Il barattolino ha sostato per parecchio tempo in frigo… in attesa…mi dispiaceva buttarlo però sapete che ormai le persone sono talmente abituate a mangiare cose così che non si accorgono minimamente di questi aromi artificiali? Anzi ci sono alcuni che li preferiscono a quelli più naturali preparati con tanto amore  e così ho fatto qualche dolce da rifilare a quegli ”estimatori” di turno… Intanto il pallino di fare la crema o burro di mandorle per noi amanti dei sapori naturali mi è rimasto e stamattina ci ho provato.

Si può!!! Ed è davvero ottima! Non avendo altro in casa che le mandorle con la pelle e una voglia urgentissima di provare ho fatto la prima prova così, va bene lo stesso, solo che è scura, però appena scendo a far la spesa provo anche con le mandorle già spellate e metto la foto. A dire il vero potrei spellarle io sbollentandole per due minuti e sgusciarle ma il tempo è sempre tiranno… e voi lo sapete meglio di me… intanto ecco la ricetta!

Ingredienti:

200 gr. di mandorle (spellate o no), tostate e frullate

3 cucchiai di zucchero qb

semini di mezza bacca di vaniglia

aroma naturale di mandorla

1 cucchiaino di amido di mais

Procedimento:

La crema di mandorla è semplicissima da preparare in casa, si possono usare sia le mandorle con la pellicina  che quelle bianche, cambierà solo il colore della crema.Si mettono le mandorle in una teglia e si infornano per pochi minuti finchè sentite il profumino, facendo attenzione a non bruciarle, poi ancora calde le versate nel frullatore, io ho usato il bimby a temperatura 50° per un minuto e poi ho continuato a freddo, si aziona al massimo e si lasciano tritare finemente, si spegne un attimo per raccogliere il composto che si è spiaccicato intorno alla ciotola e si fa riposare un attimo il frullatore e si ricomincia a frullare, non abbiate fretta perchè a seconda della potenza del vostro frullatore può volerci anche mezz’ora, sembrerà che siano sempre in polvere invece il ”miracolo” comincia dal fondo perchè le mandorle cominciano ad emettere l’olio e si forma la crema e man mano anche il resto in superficie diventa pastoso; ogni tanto fermatevi per non fondere il frullatore…e pulite la ciotola raccogliendo le mandorle, vedrete che il composto comincia a diventare tutto cremoso; alla fine unite qualche cucchiaio di zucchero sempre frullando e a piacere un po’ di vaniglia o se l’avete un po’ di aroma naturale di mandorla. La consistenza è leggermente granulosa ma il sapore è sublime, nulla a che vedere con quella crema industriale comprata che sapeva di sapone…

Col bimby ci ho messo meno di 10′ ed ho ottenuto una crema liscia e profumata molto scioglievole che ho messo in frigo a raffreddare, si è anche addensata un po’ però per farcire la frolla conviene unire un cucchiaino di amido di mais per addensarla ulteriormente.

Naturalmente potrete provare anche con le nocciole dove se unite un po’ di cioccolato otterrete una ”nutella che io chiamerò ”naturella” oppure perchè no? coi pistacchi!

Non lasciatevi tentare dall’idea di fare prima unendo olio altrimenti otterrete una roba disgustosamente grassa che galleggia nell’olio, invece questa è bella cremosa e l’olio delle mandorle non si separa.

Allora, vi piace l’idea di questa crema? Io ci ho farcito i quadrotti pubblicati ieri l’altro e a breve vedrete le brioche che sono in lievitazione. Potrete conservarla in frigo per circa un mese ben chiusa ma se sterilizzate il barattolino per bollitura ancora di più!

E ora via con l’assaggio!

20140904_101440

0 Comments

  1. Carissima, ma che splendida ricetta…complimenti!
    Una cremina veramente fantastica!
    Bravissima!
    Un abbraccio Laura!

    1. bricioledidolcezza

      Ciao bellaaaaaaaaaa, bentornata!
      Come va? Sono contenta che la mia cremina ti piaccia, oltretutto è facile e veloce!
      un bacione per te, a presto!
      Maria

  2. Che idea deliziosa!! Appena posso ci provo!!

    1. bricioledidolcezza

      Grazie Silvia, benvenuta nel mio blog, spero che troverai cose che ti piacciono perchè anch’io mi sto avvicinando da poco al mondo vegetariano…infatti questa cremina è proprio vegetariana…
      A presto cara, un abbraccio!
      Maria

  3. Maria sei una miniera di idee… ma come fai??? Peccato non abitare vicine… mi inviterei sempre da te!!!

    1. bricioledidolcezza

      E io sarei felice di cucinare per te vanessa…ma come si può fare?
      Grazie!!! baciobaciobacio

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA Pasticcini di frolla montata