Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Perchè fare una crostata arlecchina di marmellate varie? Ovvio, perchè nel frigo ho tanti barattoli di marmellate e confetture aperti per il gusto di assaggiare com’erano venute e poi lasciati lì…non capita anche a voi miei cari lettori? Così è successo nel mio caso, e così eccovi la mia crostata arlecchina che in questo caso è composta da marmellata di limone, confettura di lamponi e di albicocche, ma voi scegliete pure quelle che più vi piacciono.

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Perchè l’hai fatta con la marmellata di arance? La volevo con quella di pesche…no io con quella di mirtilli… no io la voglio con le ciliegie…vabbè… ora vi accontento tutti…ma come fai, non ti basterà la frolla…ecco fatto…

Spesso sento di persone che non riescono a realizzare una buona crostata ma vi assicuro che non è per nulla difficile, anzi è il dolce casalingo tra i più facili da realizzare, le versioni sono tantissime, ecco la mia, vogliamo provarci insieme?

Ingredienti:

500 gr. di farina00

250 gr. di burro

200 gr. di zucchero

un uovo

1/2 bicchiere scarso (di plastica) di liquore a piacere o amaretto o limoncello o cointreau

una bustina di lievito pan degli angeli

sale un bel pizzico*

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Procedimento:

Versare nell’impastatrice tutti gli ingredienti in polvere della ricetta e azionare la macchina unendo il burro a pezzettini e lasciare diventare il composto sabbioso. (Si può realizzare anche a mano avendo cura di usare solo la punta delle dita per non sciogliere il burro col calore delle mani).

Unire l’uovo e il liquore a filo e ottenere delle grosse briciole; spegnere e compattare un attimo a mano formando un panetto schiacciato, avvolgere in una bustina per alimenti e far riposare in frigo per mezz’ora.

Riprendere il panetto, stenderlo col mattarello allo spessore di mezzo centimetro e rivestire due teglie di 26 cm. di diametro, versare sopra le marmellate e le confetture a piacere separandole con briciole di frolla. Una cosa importante per ottenere una buona crostata è che le confetture non siano troppo liquide altrimenti la frolla si impregna e non sarà friabile.

Infornare in forno preriscaldato a 200° abbassando a 180° in entrata per circa 40′ – 45′ regolandovi come al solito a seconda della potenza del vostro forno.

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

*Ah …a proposito parlavo di un segreto riguardo al sale, sapete che da’ sapore, vero? Quindi salando un po’ la frolla si può tranquillamente diminuire lo zucchero anche di 50 gr. così avremo un occhio di riguardo per la linea e la salute considerando che le marmellate sopra sono dolcissime; questo naturalmente se il sale non vi fa male…ma tanto un pizzico potete anche toglierlo all’insalata o all’acqua di cottura della pasta!

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Crostata Arlecchina di Marmellate Varie

Ecco un’altra crostata da provare!

 

Ti è piaciuta questa ricetta? Ringraziandoti per aver visitato il mio blog ti invito a venire e mettere il tuo ”mi piace” sulla mia fanpage su Facebook!

 

 

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA Il Mondo Creativo, 23-24-25 novembre a Bologna