Il Pandoro

Il Pandoro,dolce tradizionale ma che non mi stancherei mai di mangiare anche in periodi diversi dell’anno,il pandoro non è di facile esecuzione specialmente se si fa sfogliato,ecco perchè ho optato per questa ricetta che non richiede sfogliatura e seguendo le istruzioni è un successo garantito.

Ecco a voi quello che i miei occhi hanno visto al taglio…una vera meraviglia!

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 Il Pandoro

è sempre stata ”la mia bestia nera”nel senso che ho sempre pensato che non ci sarei mai riuscita,invece si può fare!

col lilì,il lievito liquido naturale o l’equivalente di pasta madre

Ingredienti:
100 ml di lilì di semola rimacinata rinfrescato e quadruplicato(dopato con 1 cucchiaino di zucchero)
300 gr. di manitoba
200 ml. di uova intere (io ho eliminato 1 albume e messo tuorli fino a raggiungere i 200 ml.)
150 gr. di zucchero frullato con due bacche di vaniglia
buccia d’arancia essiccata e grattugiata
250 gr. di burro
9 gr. di latte in polvere
40 gr. di cioccolato bianco
6 gr. di sale

il procedimento

ho lavorato il lilì e le uova a vel 1 con la foglia
ho messo quasi tutta la farina con dentro il latte in polvere e il sale
dopo un po’ ho cominciato a unire lo zucchero con l’arancia gratt. e la vaniglia un cucchiaio alla volta a vel. 2;a questo punto ho unito il cioccolato bianco sciolto a bagnomaria e intiepidito
poi il burro freddo a pezzetti aumentando a 3 la vel.
quando ho finito di inserire il burro ho lavorato per circa 20′ a vel. 4 finchè ha fatto il velo
se facendo la prova il velo non viene continuare a lavorarlo finchè si forma il glutine,è molto molle ma io mi sono conservata un paio di cucchiai di farina da unire poca per volta

ho usato la foglia fino alla fine e mi sono trovata molto bene
alla fine fare qualche piega in ciotola per rafforzarlo un po’ prendendo l’impasto con la spatola dall’orlo portandolo verso il centro facendo il giro tutt’intorno.

Il bello di questo pandoro? Niente sfogliatura!

L’ho tenuto 2 ore a temperatura ambiente e poi in frigo 2 giorni in una ciotola di plastica

Quando si toglie dal frigo dare altre due pieghe e mettere in forma nello stampo da pandoro ben imburrato e chiuderlo in una busta di plastica per alimenti soffiandoci dentro per gonfiarla così non si appoggia all’impasto e fare il nodo.

In questo modo non entra aria e non si secca la superficie lievitando liberamente

Dimenticarlo per 2 o 3 giorni…lieviterà…con calma…non tenerlo troppo al caldo per forzare la lievitazione altrimenti  si scioglie il burro,io l’ho messo sul davanzale caldo perchè sotto c’è il termosifone…e ho aspettato pazientemente finchè stamattina con gioia ho visto che aveva raggiunto l’orlo
Ho infornato per 1 ora a 150°-160° e poi l’ho lasciato raffreddare un po’ nel forno

Potevo alzare un po’ la temperatura del forno ma avevo paura che toccasse le resistenze e si bruciasse così ho preferito diminuire la temperatura eppure ho dovuto coprirlo con la stagnola perchè si colora subito in superficie

recensione…
mai mangiato un pandoro così!

soffice

profumato

leggero

…e che sapore…senza aromi artificiali…

grazie nicodvb

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

0 Comments

  1. Mafi

    Ciao Maria. Mi sta venendo l’idea di provare a fare il pandoro…mai fatto prima!!!! Questa tua ricetta è collaudata? E’ abbastanza facile per chi prova la sua prima volta? Leggo bene, lievitazione…2 o 3 giorni…?? Vabbè che i miei panettoni quest’anno lievitano per 24 ore….!
    Dove ti posso “scocciare” per chiederti spiegazioni, se davvero mi decido a farlo? Comincio già da ora…stampo da? 1 chilo??
    Grazie. Un abbraccio. Mafi

    1. bricioledidolcezza

      Ciao carissima!!!
      Se per collaudato intendi se l’ho fatto io …ebbene certamente, la foto che vedi è del mio pandoro, lo sai che tutte le cose che trovi qui sono passate per la mia cucina!!! Sai com’è coi lieviti naturali, a volte partono come razzi e lievitano in 5 o 6 ore e a volte vanno come lumachine…
      Quel pandoro lì lo feci lievitare lontano da fonti di calore per evitare che il burro si sciogliesse perciò ci mise tanto tempo, ma ti ripeto, non è detto che sia sempre così.
      Se hai un tel. fisso mandami un mp sul forum che ti telefono, ok? Altrimenti anche qui possiamo parlarne, decidi tu!
      Si lo stampo è da 1 kg.
      baciotti per te

  2. patty

    carissima………………ma la seconda lievitazione quanto tempo è durata? dall’uscita del frigo?

    1. bricioledidolcezza

      Guarda Patty ho perso il conto perciò ho scritto 2 o 3 giorni…facciamo 2 e 1/2 ahahahah
      un po’ troppo, eh? Però non mi sono arresa e alla fine sono stata premiata!!! 😉

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA Praline cioccolato e nocciole