Pici al Chianti

Pici al Chianti

Pici al Chianti

E dopo i pici cacio e pepe non potevano mancare i pici al chianti miei cari amici, in versione vegetariana naturalmente…ormai dopo la mia vacanza in toscana sono stata conquistata dai sapori di questa cucina straordinaria…unico neo il pane che già dal profumo si sente che è  sciapo…ma non tocchiamo questo tasto per carità perchè sicuramente mi spiegherete che il sale fa male, che sciapo ci sta bene coi sapori decisi dei formaggi e dei salumi e della cucina saporita toscana…sbaglierò ma il pane sciapo mi rovina proprio il sapore di un buon formaggio…per i salumi poi non c’è problema…tanto non li mangio…

 

Pici al Chianti

Pici al Chianti

Ma non divaghiamo, torniamo ai pici al chianti, un piatto che già dal nome mi ha ispirata…un vino pazzesco delle colline toscane dal sapore armonico color rubino che va bevuto in compagnia altrimenti si finisce la bottiglia senza accorgersene… per fortuna un bel bicchiere abbondante va nel sugo per condire la pasta!!!

Ma vogliamo vedere come ho fatto?

Pici al Chianti

Pici al Chianti

Pici al Chianti

Ingredienti per quattro persone

400 gr. di pici, meglio se pasta fresca

300 ml di chianti

una cipolla piccola o uno scalogno

50 gr. di olio extra vergine di oliva

pepe nero macinato

sale

un pizzico di noce moscata

100 gr. di pecorino toscano grattugiato

inoltre per voi ”carnivori”

200 gr, di pancetta toscana o speck tagliato a dadini

Procedimento:

Versare in padella il chianti e lasciarlo ridurre a fuoco basso così si concentrerà il sapore ed evaporerà la parte alcolica.

In un’altra padella lasciar imbiondire nell’olio la cipolla o lo scalogno tagliata finissima e unire un pizzico di noce moscata, pepe nero e poco sale.

Per chi userà la pancetta o lo speck lo faccia rosolare prima nell’olio e poi unirà la cipolla in modo che la pancetta diventi croccante mentre la cipolla diventi solo trasparente.

Lessare al dente i pici e versarli nella padella col chianti e un mestolino di acqua di cottura della pasta spadellando per far rilasciare l’amido in modo che si formi una cremina densa e il vino si riduca ulteriormente.

Unire l’olio con la cipolla ed eventualmente la pancetta e infine il pecorino grattugiato amalgamando il tutto.

Servire subito accompagnando col chianti naturalmente!

Variante: per chi desidera i pici al chianti ”esagerati” il consiglio è di lessare i pici direttamente nel chianti…

Che dire…indescrivibile!!!

Pici al Chianti

Pici al Chianti

Vi è piaciuta questa ricetta? Venite e mettere il vostro ”mi piace” sulla mia fanpage su Facebook!

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA Praline cioccolato e nocciole